In questa pagina trovate la mappa del tram di Toronto da stampare e da scaricare in PDF. La mappa dei tram di Toronto presenta la rete, le zone, le stazioni e le diverse linee del tram di Toronto in Canada.
Nella rete di Toronto c'è una stazione della metropolitana autonoma che serve esclusivamente i tram, situata nel tunnel condiviso dalle linee 509 Harbourfront e 510 Spadina, come indicato nella mappa dei tram di Toronto.

Mappa del tram di Toronto

Mappa dei tram di Toronto

La mappa dei tram di Toronto mostra tutte le stazioni e le linee dei tram di Toronto. Questa mappa dei tram di Toronto vi permetterà di pianificare facilmente i vostri itinerari nei tram di Toronto in Canada. La mappa dei tram di Toronto è scaricabile in PDF, stampabile e gratuita.

Il sistema tranviario di Toronto comprende undici linee di tram a Toronto, Ontario, Canada, come si può vedere nella mappa del tram di Toronto, gestito dalla Toronto Transit Commission (TTC), ed è il più grande sistema tranviario di questo tipo nelle Americhe in termini di numero di corse, numero di auto e lunghezza dei binari. La rete tranviaria è concentrata principalmente nel centro della città e in prossimità del lungomare di Toronto.

Gran parte della rete tranviaria risale al 19° secolo. A differenza dei più recenti sistemi di metropolitana leggera, la maggior parte delle linee del tram di Toronto opera nello stile classico su binari stradali condivisi con il traffico automobilistico, e i tram si fermano su richiesta alle fermate frequenti come gli autobus, come mostra la mappa del tram di Toronto. Alcune linee operano in tutto o in parte nel rispetto dei propri diritti di circolazione, ma si fermano comunque a richiesta alle fermate frequenti.

Il TTC gestisce 304,3 chilometri (189,1 miglia) di percorsi su 75 chilometri (47 miglia) di rete tranviaria (a doppio o singolo binario) in tutta Toronto. Ci sono 11 linee di tram a Toronto, come si può vedere nella mappa dei tram di Toronto. La maggior parte delle linee tranviarie operano in traffico misto, generalmente rispecchiando le configurazioni originali dei binari che risalgono alla fine del 19° secolo e all'inizio del 20° secolo.